Polpo degli zavorristi

Piatto della vecchia cucina di Portovenere

Il polpo va fatto bollire, liberato dalla pellicina, e messo, a tocchetti, per 15/20 minuti in aceto bianco e poca acqua.
Asciugato si tritura nel frullatore (anticamente si pestava al mortaio) sino a farne una pasta.
La stessa va bene amalgamata in padella, a caldo, con salsa di prezzemolo, aglio, olio, aceto, capperi e pepe.

Indispensabile riposo 24 ore.

Si conserva sott’olio e si spalma su crostini (anticamente gallette) per aperitivi accompagnato da olive liguri. Può essere usata con aggiunta di olio e salsa di pomodoro, come base di un ottimo sugo per la pasta.

Polpo degli zavorristi

Vi aspettiamo al nostro ristorante per farvi assaggiare la nostra versione.

Garantitevi un pranzo o una cena bevande incluse con i dining bond.

Per info, prenotazioni o solo per salutarci: +39 328 4688876

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...